Home > Rock > Van Morrison – Keep It Simple!

Van Morrison – Keep It Simple!

21 Marzo 2008

Keep It Simple
Van Morrison
Lost Highway (11 marzo 2008)

 

Da pochi giorni è nei negozi Keep It Simple, il nuovo album composto tutto con brani inediti del mitico Van Morrison. In Keep It Simple, possiamo ritrovare il carisma intatto di questo artista irlandese che da anni condivide con noi il suo smisurato bagaglio sonoro, un bagaglio procurato grazie alla frequentazioni di numerosi generi musicali, sin dalla sua infanzia in quel di Belfast e fino ai giorni nostri. Qui possiamo incontrare jazz, folk, blues, musica celtica, country, soul e gospel - e il tutto mescolato con quell’originalità sublime che porta il marchio inconfondibile di Van Morrison. E come sempre per questo artista, la musica non è mai fine a se stessa. Se Van incide qualcosa di nuovo è perché ha qualcosa di importante da comunicare.

Provate a dare spazio alla canzone più significativa dell’album. Si chiama Soul, dove ripete nel ritornello:

"L’anima è un’emozione,
una profonda emozione dentro di te.
L’anima non è il colore della tua pelle".

 

Credo di aver già consumato i solchi digitali del mio CD per ascoltare questo nuovo album fino alla esaurimento. Al primo ascolto potete rimane trafitti da altri brani, come il country & gospel di Song of Home. E che dire poi dello swing & blues di How Can A Poor Boy. That’s Entreinment sembra un classico nella sua essenzialità esecutiva. E, a parte queste tracce citate, non ci sono davvero cadute di tono: l’intensità generale di questo album è seriamente concreta.

Del resto pochissimi artisti hanno potuto eccellere in così tanti generi musicali come ha fatto Van Morrison, e ancor meno artisti hanno saputo rimanere in sella sul cavallo dell’ispirazione per così lungo tempo, senza mai tracolli di grazia. Avanti, fatemi i nomi! Chi altri? Van Morrison ha pubblicato il suo primo disco nel 1964 con i Them (chi non ha mai sentito Gloria alzi la mano!); ha poi inaugurato una luminosa carriera solistica nel 1967 che perdura tutt’oggi: ben quarant’anni di musica autentica, oltre 33 album pubblicati alternando capolavori a opere comunque pregevoli e di gran fattura. E’ tutta musica di altissimo livello.

Procuratevi Keep It Simple non appena vi è possibile e ascoltate Van Morrison.

E non perdete altro tempo a girarci intorno.


Risorse audio
E’ possibile ascoltare l’anteprima di questo album sul sito ufficiale di Van Morrison, facendo clic qui e poi premendo il pulsante Play nella finestra di ascolto degli audio clip.

Risorse video

Video importato

YouTube Video

 

  1. 21 Marzo 2008 a 12:26 | #1

    Ti auguro una Pasqua felice e di pace.ciao.giampaolo

  2. skiddypink
    21 Marzo 2008 a 17:21 | #2

    ciao renato buona pasqua…..ciao baci

  3. Alessio
    21 Marzo 2008 a 18:22 | #3

    Ascoltare Van Morrison è sempre un’emozione. Io sono del ’59 e ti dico che ne sono passate musiche sotto ai ponti, quelle di quest’artista invece stanno ancora tutte lì apprezzate da chi ama la vera musica.

    Auguri a te!

  4. 22 Marzo 2008 a 18:55 | #4

    Van Morrison,un nome una garanzia!

    Auguri di buona Pasqua per te e i tuoi cari:)

  5. 22 Marzo 2008 a 19:48 | #5

    Van Morrison lo ascolto ogni tanto specie nei primi dischi(vinile)ma mi incuriosisce questo “Keep it Simple”provvederò.Ti auguro una serena e felice Pasqua.

  6. 22 Marzo 2008 a 21:42 | #6

    Magari lo trovo dentro l’uovo! Buona Pasqua:-)

  7. 22 Marzo 2008 a 21:49 | #7

    ciao roberto,
    da come descrivi questo CD invoglia veramente all’acquisto… ma tu hai qualche ristorno? ….scherzo ;-)
    è indubbiamente un artista interessante in quanto spazia con molta facilità da un genere all’altro. l’ho apprezzato, ascoltato e riascoltato nella sua interpretazione di “confortably numb” nel mitico concerto “the wall” a berlino.

    grazie degli auguri, anche a te una buona pasqua :-)

  8. 22 Marzo 2008 a 23:28 | #8

    Ciao Renato! Sono stata sul sito e ad un primo ascolto superficiale quella che preferisco è Keep it simple. Mi hai incuriosito ma purtroppo per le altre di cui parli non c’è possibilità di ascolto. Non mi resta che procurarmi il cd. Interessante anche il link che mi hai lasciato…è qualcuno che conosci? Anche da parte mia i miei sinceri Auguri di una Pasqua serena e piena di gioia insieme ai tuoi cari. :)

  9. 22 Marzo 2008 a 23:30 | #9

    ciao. auguri anche a te

  10. 23 Marzo 2008 a 1:15 | #10

    Tanti cari auguri di Buona Pasqua a te e alla tua famiglia!!

    Se passi ti propongo un altro ascolto …

    Mandi Nenet

  11. 23 Marzo 2008 a 10:31 | #11

    Tanti auguri di Buona Pasqua :-)

  12. 23 Marzo 2008 a 11:21 | #12

    Ti lascio i miei auguri di Buona Pasqua!

    E ti ringrazio per i tuoi.

    Un abbaccio.faraluna

  13. 23 Marzo 2008 a 15:50 | #13

    auguri anche a te…

    certo che sei uno strano!

  14. 23 Marzo 2008 a 18:14 | #14

    Renato, ho letto con gran rispetto il tuo commento, la tua maniera di vivere e sentire la Pasqua, ed è bello vedere tanta diversità in ognuno di noi. Non credenti e credenti che si avvicinano alle festività, con uno spirito ed una intenzione così intima, o così distante. Un evento che produce in me, la stessa fatica, lo stesso senso di prostrazione fisica,che descrivi tu, è una processione che faccio a piedi una volta all’anno in un’occasione particolare. Ci si alza la mattina alle tre, e mentre è ancora buio si percorrono a piedi 11 km, sino ad un paese vicino, dove poi si celebra la santa messa. E’ straordinario vedere tanta gente, anche anziana insieme a bimbi piccoli, che prega e cammina. La prima volta che decisi di farla ( ma anche le successive), la molla che mi spingeva non era tanto la fede, quanto l’esigenza di mettermi alla prova, di cimentarmi in qualcosa che la mente rifiutava perchè ritenuta troppo impegnativa:alzarmi dopo solo tre ore di sonno, avventurarmi nel buio di strada deserte, per poi arrivare a destinazione che il sole è già sorto. Quando arrivavo, mi sembrava di aver vinto una battaglia con me stessa, affaticata e provata, mi sembrava di rinascere. Ognuno di noi, percorre spesso strade tortuose nella ricerca della purificazione. :-)

    L’anima non è il colore della pelle… certo che no… perchè puoi avere l’anima nera pur avendo la pelle bianca e viceversa…

    Chissà perchè iron1 ti definisce strano :-)

  15. 23 Marzo 2008 a 18:24 | #15

    Un cuore pieno di soffici melodie è il tuo Renato che lascia volare l’anima sulla scia di limpide note per farsi cullare e carezzare!

    Anche a te l’augurio di una Pasqua di rinascita e rinnovamento interiore.

    Baci

  16. 23 Marzo 2008 a 18:25 | #16

    Un cuore pieno di soffici melodie è il tuo Renato che lascia volare l’anima sulla scia di limpide note per farsi cullare e carezzare!

    Anche a te l’augurio di una Pasqua di rinascita e rinnovamento interiore.

    Baci

  17. 24 Marzo 2008 a 21:26 | #17

    Grazie per il tuo passaggio da me e grazie per il frammento bellissimo di testo di Van Morrison che non conoscevo!

  18. 25 Marzo 2008 a 8:40 | #18

    confermo: uovo kinder e colomba assieme! mai come colomba e nutella pero’ in mancanza del vaso puo’ andare ! ;)

  19. 25 Marzo 2008 a 18:18 | #19

    Hai un blog molto interessante……

  20. 25 Marzo 2008 a 18:41 | #20

    La sto cercando la sposa, devo solo trovarne una giusta…!!^^

    Ciao cmq, io sono Andre…torna a trovarmi quando vuoi!=)

  21. 25 Marzo 2008 a 19:06 | #21

    Renato mi hai lasciato un commento bellissimo e assolutamente vero…grazie

  22. 26 Marzo 2008 a 8:30 | #22

    Un ottimo post, questo. Complimenti: completo, utile e pieno di risorse. Per quanto riguarda il tuo commento al mio post, la fedeltà… già…

  23. Raz
    26 Marzo 2008 a 18:31 | #23

    A me per esempio non diverte il Festval di S Remo.

  24. 27 Marzo 2008 a 17:09 | #24

    qui ci si fa una cultura musicale

  25. 28 Marzo 2008 a 10:12 | #25

    non posso che avallare il commento di Ivy….qui ci si fa una cultura musicale….mica male, grazie!!!!

    a parte che …ehmmm….ho recentemente sviluppato una specie di “eritema” allergico ai torinesi….hahahhaahahha…bhè….vedrò di prendere degli “antistaminici” prima di passare da queste parti.

    buona giornata, e grazie per il tuo passaggio da me,

    :-)

    sorriso, Angy

  26. 28 Marzo 2008 a 13:47 | #26

    “L’anima è un’emozione”… bellissimo.

    cia Renatooooo ;-)

  27. 30 Marzo 2008 a 0:49 | #27

    Ciao Renato!!! Ti auguro una buona domenica!!!

    Mandi Nenet

  28. 6 Aprile 2008 a 10:27 | #28

    Aver cantato davanti a Papa Woityla ti ha lasciato sicuramente un’impronta indelebile della sua immensa bontà. Ti visito per la prima volta e ho apprezzato il tuo blog. Ciao

I commenti sono chiusi.