Archivio

Archivio Agosto 2006

Il seme a la speranza – I Gang

23 Agosto 2006 34 commenti


Gang
Il seme e la speranza
1 Giugno 2006 (Lifegate)

Pochi giorni fa ho acquistato il mio primo disco dei Gang. Era da tempo che volevo farlo.
E’ molto probabile che non ripeterò l’esperienza in futuro.

Onestamente, mi ero fatto convincere all’acquisto da alcune recensione benevoli lette qua e là (Mucchio Selvaggio, Buscadero, Mescalina) e dal fatto che ho sempre riscontrato pareri positivi su questo gruppo italiano guidato dai fratelli Severini.

In effetti ci sono delle buone intenzioni in questo album del 2006: la volontà di riscoprire le nostre radici e di ?riportare tutto a casa?. Il disco è pervaso da un grande voglia di testimoniare il nostro passato di paese agricolo e contadino. Peccato che il prodotto finale sia distante anni luce dalla realtà contadina nella sua completezza e si presenti piuttosto come una splendida lezione di ideologia militante.

Dal punto di vista strettamente artistico, non sono rimasto particolarmente impressionato dalla voce di Marino Severini, e molto meno dall’impasto sonoro. Poca fantasia e poca qualità che raggiungono il pedice in una cover da dimenticare della celebre This land is your land di Woody Guthrie.
C’è persino un sospetto di plagio di un canto liturgico: Maria il cui titolo si rifà ad un personaggio storico come Maria Santiloni Cavatassi; peccato che il ritornello sia pressoché identico ad un inno religioso dedicato alla madre di Gesù, scritto e cantato dalle ragazze del Gen Verde (ma forse i canti di chiesa non sono coperti da diritti d’autore e quindi è possibile in questo caso “saccheggiare” la creatività altrui… mmm, non saprei davvero).

Non intendo essere troppo negativo: ho trovato simpatici i toni rock di Comandante, un brano in pieno stile Bubola e dedicato al mitico Comandante Marcos; ed ho trovato sempre toccante riascoltare i cori delle mondine.

Tutto il resto è molto istruttivo, specialmente se siete un fondamentalista di una specifica area politica, ma ha poco a che fare con la musica.
Ci sono modi e modi di parlare con toni popolari di lavoro e di resistenza con la musica. In questa occasione i Gang sono stati travolti dalla retorica politica, senza particolari emozioni e senza brividi.

Peccato, eppure ci contavo.

Riferimenti: Sito ufficiale

Categorie:Argomenti vari Tag: , ,

Johnny Cash – American V: A Hundred Highways

8 Agosto 2006 19 commenti
Categorie:Rock Tag: , , , ,